Giovani e Innovazione: le parole chiave del nostro 2016

News 22 dicembre 2016

 Giovani e Innovazione È grazie ai social network, come facebook che ogni giorno possiamo vedere i volti sorridenti dei nostri ragazzi.

Eh Si, ogni giorno nella sezione notifiche della Pagina Facebook di Irecoop ER, grazie ai nostri partner di progetti, ai nostri corsisti e ai nostri utenti, riusciamo a cogliere sorrisi, novità, viaggi e tanto altro.

Con le vostre condivisioni possiamo ritrovarci come magia tra i banchi di scuola o nelle vesti di un apprendista, possiamo scorgere lavoratori a lavoro, i loro successi, i loro colleghi e la loro felicità.

Irecoop Emilia Romagna dal 1979 è attiva nel settore della formazione professionale che grazie al lavoro congiunto con Confcooperative Emilia Romagna ha la possibilità di incontrare Cooperative e Cooperatori a lavoro  e per loro e con loro sviluppare sempre nuovi progetti.

Il mondo cambia e lo fa velocemente e stare al passo oggi vuol dire entrare in relazione, anticipare e calcolare rischi, vuol dire guardare all’esterno, imparare ad includere i più giovani i quali non chiedono altro di essere ascoltati e guidati dall’esperienza dei più grandi. Una reciprocità che apporta un beneficio costruttivo dove i confini tra nuovo e tradizionale assume un nuovo colore che si chiama “innovazione”.

Irecoop Er oltre a pensare a prodotti e servizi di formazione professionale e di consulenza aziendale sulla base delle esigenze del momento, sviluppa insieme a tantissimi partner e collaboratori numerose attività, con l’obiettivo da un lato di fornire strumenti  professionali spendibili nel mondo del lavoro, ma dall’altro si pone l’obiettivo di contribuire allo sviluppo di una cultura  che si basi sull’ educazione cooperativa.

Per far ciò è necessario agire su due fronti, che spesso si trovano su due rive opposte (ma anche su questo stiamo lavorando)  i giovani e gli imprenditori.

In questo articolo vorremmo soffermarci sui progetti pensati per i giovani e la loro educazione al lavoro, alla cooperazione, alla condivisione, all’ innovazione.

Un  2016  ricco di progetti e sperimentazioni per IrecoopER e Confcooperative ER, con tante soddisfazioni.

EDUCAZIONE COOPERATIVA A SCUOLA

giovani e innovazione
Scoop è un progetto di educazione cooperativa nelle scuole in essere da 10 anni  e promosso da Confcooperative ER in collaborazione con Irecoop ER  e finanziato dalla Regione Emilia Romagna (all’interno della L.R. n 6/2006).

Nasce come un processo di apprendimento con l’obiettivo di  promuovere il modello cooperativo fra le nuove generazioni, il che significa non soltanto formare potenziali futuri imprenditori, ma anche giovani consapevoli, motivati  e più responsabili nei confronti della nostra collettività  e aperti all’ auto-imprenditorialità.

Dal 2007 al 2015 grazie a Scoop abbiamo formato 2500 studenti in 25 Istituti Scolastici per un totale di 180 edizioni e 2200 ore di aula, ma grazie  all’esperienza  e ai monitoraggi continui sulle attività, per il biennio corrente 2016-2017 il progetto si è arricchito di modifiche, integrazioni e nuovi obiettivi:

27 edizioni da 12 ore presso le Scuole Superiori  e
2  edizioni da 25 ore edizioni in ambito universitario.
workshop per insegnanti
– la creazione di 4 Associazioni Cooperative Scolastiche  – ACS  – un programma di 30 ore per simulare e creare un impresa cooperativa in cui i soci sono i compagni di scuola.

E ogni volta grande stupore!

Le idee più belle arrivano proprio da loro, dai nostri giovani che nel ruolo di veri e propri cooperatori danno vita alla loro impresa, che nell’ambito scolastico prende il nome di Associazione Cooperativa Scolastica (ACS) e come in una vera cooperativa si dedicano alla stesura dello statuto e all’ atto costitutivo.
Li  vediamo diventare  imprenditori, intenti a perseguire finalità  e obiettivi, consapevoli dei valori e dell’importanza dell’unione.

A Ferrara presso l’ Istituto  Einaudi  è nata ufficialmente l’ACS ‘E. VIVA’, i soci sono gli studenti delle classi 4^A – 4^S – 4^P,  l’obiettivo è quello di reperire e distribuire alla comunità scolastica frutta bio-sociale-locale.

Giovani e Innovazione

“… si è iscritti in una classe perché si ha la stessa età, perché avete gli indirizzi di studi in comune, quello che invece sta succedendo con questo progetto è la fondazione o meglio ri-fondazione dello stare insieme, che non è essere in un elenco di una classe, ma è scoprire la possibilità di avere interessi comuni…” ha detto la Fedozzi “Da soli si va più veloci, uniti si va più lontano” ha aggiunto Crosara “…questo progetto è un po’ come piantare un seme per far comprendere come funziona la cooperazione e il lavoro nella nostra provincia e nel nostro paese Italia”.

Continua a leggere…

Giovani e Innovazione

A  Faenza nasce ACS SQUAB – l’idea è a cura degli studenti della 4^B del liceo Torricelli-Ballardini di Faenza, i soci si sono posti l’obiettivo di creare servizi cooperativi destinati alla  scuola : recensioni gite scolastiche, scambio di appunti, creazione di gudget scolastici  ed l’individuazione di attività extra – scolastiche

Una parte dei soci è stata intervistata da un giornalista, le loro parole sono cariche di consapevolezza.

Guarda il video

UN PROTOCOLLO PER L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

 

Giovani e Innovazione

Nel frattempo Confcooperative ER, il 16 dicembre 2016 ha siglato un protocollo d’intesa con l’istituto scolastico regionale Emilia Romagna  per la realizzazione di attività di alternanza scuola-lavoro.

Il Protocollo si inserisce nella cornice della Legge 107/2015 che, come noto, prevede nel curricolo obbligatorio percorsi di alternanza scuola-lavoro rivolti agli studenti delle classi terze, quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado, per almeno 200 ore complessive nei licei e 400 ore complessive per gli istituti tecnici e professionali nell’arco del triennio.

In attuazione dell’ intesa, Confcooperative comunicherà annualmente alle scuole – entro il mese di settembre e per il tramite dell’ Ufficio Scolastico Regionale – le Cooperative disponibili, gli indirizzi di studio coerenti con gli ambiti di operatività di ciascuna di esse, il numero di studenti da accogliere, i riferimenti di contatto, il periodo di svolgimento e ogni altro elemento utile alla realizzazione delle attività di alternanza scuola-lavoro.

Nel 2017 sono previsti materiali informativi per iniziare i processi di sensibilizzazione e informazioni nelle Cooperative

Per saperne di più…

LEAR MORE ABOUT COOP ( LMAC) – Progetto Europeo

progetti-internazionali_web

Il Progetto LMAC è un progetto Europeo (Erasmus+ KA2 Strategic Partnership) promosso da CG Scop (Francia) in partnership con Irecoop ER (Italia), Fundación Escuela Andaluza de Economia Social (Spagna), Alternatives Economiques (Francia), CECOP- CICOPA Europe  (Belgio) che si pone come obiettivo la  promozione del modello cooperativo nel mondo della scuola tramite la creazione di strumenti di supporto ai giovani, alle scuole e agli insegnanti per attività di sensibilizzazione e avvicinamento al mondo cooperativo e alle sue opportunità.

Il Progetto in corso produrrà a conclusione i seguenti outputs:

  1. Web Serie di 4/5 episodiche permetterà ai giovani cooperatori europei di raccontarsi e portare la propria testimonianza su temi di interesse comune.
  2. Sito Webche conterrà strumenti didattici e contenuti relativamente ai principi, le origini del pensiero e della storia della cooperazione di lavoro.
  3. Moduli Formativi – Pensati e creati adattandoli alle singole esigenze degli insegnanti che vogliono impegnarsi nella sensibilizzazione dei giovani verso il modello cooperativo, e dei giovani stessi

Un altro tassello di educazione cooperativa nelle scuole ma in una rete ancora più ampia, una rete internazionale.

MADE IN EUROPE – TIROCINI ALL’ ESTERO  –

Sono solo alcune delle immagini che quotidianamente riceviamo dalla Cooperativa Kara Bobowski partner di progetto per MadeinEurope che  si inserisce all’interno di Erasmus Plus, il programma 2014/2020 dell’Unione Europea  per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport che tra i diversi obiettivi si prefigge: di migliorare le competenze professionali delle persone, rafforzare la qualità dell’insegnamento e dell’ apprendimento;  promuovere attività di mobilità tra i Paesi.

L’obiettivo generale è quello di creare un ponte tra il mondo della Scuola e il mondo del Lavoro attraverso un’esperienza che possa arricchire competenze e capacità specifiche in un’esperienza di tirocinio in una realtà estera.

Al momento sono 90 i ragazzi che hanno svolto o che stanno svolgendo un tirocinio all’estero presso Cooperative ed Aziende in diversi settori.

A livello italiano il partenariato è completato da  Confcooperative Emilia Romagna e della Regione ER – Direzione Generale Cultura, Formazione e Lavoro che supporteranno il progetto, e da alcuni Co-Finanziatori – quali Emil Banca, BCC Ravennate Imolese, la Fondazione Giovanni dalle Fabbriche, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e ANMIC Parma .

La rete estera è composta da ben 13 Partner Stranieri di 10 Paesi Europei, tra cui Camere di Commercio, Enti di Formazione Professionale e impegnati nella mobilità all’estero di giovani, nonché enti pubblici.

Per Saperne di più…

I COOP UP
Spazi Coworking  e Incubatori d’impresa

Giovani e Innovazione

CoopUp è il progetto di Confcooperative finalizzato al coworking e all’ incubazione di nuove idee imprenditoriali.

I coop up sono spazi in cui favorire, anche grazie al co-working, la nascita di start up e di nuove cooperative giovanili e femminili, con il supporto e l’accompagnamento da parte delle Confcooperative territoriali un percorso di crescita attraverso strumenti specifici.

L’obiettivo è accompagnare la nascita e lo sviluppo di nuove cooperative e di imprese sociali, oltre a creare ponti tra nuove idee e imprese cooperative già attive.

All’interno dei CoopUp. ormai disseminati in tutta Italia, potrai trovare persone pronte ad accoglierti e ad accompagnarti nel tuo progetto d’impresa ed esperti provenienti dal mondo delle imprese di Confcooperative cui potrai chiedere consigli e suggerimenti per lo sviluppo della tua idea o impresa

Sono diverse le attività proposte nei vari coworking, seminari, bandi, corsi di formazione, eventi.

Per saperne di più …

COOP UP IN
Cooperation As Open innovation

Giovani e Innovazione

Le cooperative non sono diverse dalle altre imprese nel bisogno di innovazione, lo possono essere però nel perché e nel come innovare.

Su questa premessa nasce  “CoopUP IN – cooperation as open innovation” è un progetto promosso da Confcooperative Emilia-Romagna con Irecoop, Aiccon e Social Seed e ha lo scopo di accompagnare le cooperative a cogliere le opportunità offerte dai processi di innovazione aperta secondo modalità coerenti con la natura collaborativa insita nel DNA cooperativa.

Un progetto per :

>>Promuovere  la cultura dell’ Open Innovation e generare sperimentazioni concrete dedicate alle imprese cooperative.

>>Trasferire Competenze specialistiche alle funzioni preposte alla promozione cooperativa affinché siano in grado di intercettare, stimolare e promuovere metodi di innovazione aperta tra le cooperativa

>>Rafforzare la capacità dei Coop Up e incubatori cooperativi di offrire servizi di Open Innovation diventare riferimento per le cooperative interessate

A seguito di una indagine online volta a mappare le strategie, il potenziale e il fabbisogno  di innovazione ancora disatteso delle cooperative dell’ Emilia Romagna,  sono stati organizzati 5 laboratori di 4 ore ciascuno con esperti e testimonianze in cui sono state proposti ai partecipanti  di simulare alcune sfide attraverso degli strumenti di open innovation ( Hackaton, Call for Ideas, Incubatore Interno, impact report).

L’ultimo dei  cinque  laboratori si terrà a gennaio 2017.

I laboratori sono stati rivolti prettamente ai facilitatori degli spazi Coop Up, funzionari di Confcooperative, personale dei Centri Servizi e al personale di cooperative e consorzi.

Il Progetto a conclusione dei laboratori e a seguito di una messa a punto degli strumenti di Open Innovation andrà verso una fase di prototipizzazione e sperimentazione dei servizi.

Vedere nell’open innovation un potenziale inesauribile per l’impresa cooperativa, vuol dire semplicemente trovare strumenti nuovi per aggiornare nel metodo ciò che per natura la cooperazione è già vocata a fare: tessere reti ampie, all’interno e all’esterno delle proprie compagini societarie, per prendersi cura di bisogni emergenti e redistribuire valore. Dove, per dirla con Venturi, la condivisione è un mezzo per dare valore alla relazione, dando sostanza a una moderna accezione di mutualità, che serve “non solo per mutualizzare i bisogni, ma anche le risorse, i talenti, il network, per valorizzarli”. E dove gli spazi CoopUP diventano luoghi, contenitori di senso per dar vita a nuovi business coesivi.

La scommessa vera di tutto il progetto è di fatto nei luoghi dell’innovazione, intesi come crocevia riconoscibili e riconosciuti di domanda e offerta di soluzioni innovative. Luoghi che hanno il ruolo di accendere connessioni altrimenti impensabili.

Con CoopUP In, infatti, non si tratta semplicemente di incrociare startup innovative con cooperative consolidate, ma di fare in modo che ogni attore di un territorio possa trovare nei CoopUP un contesto aperto dove cambiare di volta in volta ruolo: oggi trovare risposta a un bisogno, domani mettere a disposizione competenze.

Senza affidarsi a modelli precostituiti o regole da manuale, ma avendo il coraggio di costruire man mano il campo da gioco adatto, dove tutti quelli interessati a produrre un impatto, non solo economico ma anche sociale, possano essere abilitati a giocare.

Non ci resta che augurarvi delle Buone Feste

Innovazione e Giovani

Per aggiornamenti

Pagina Facebook
Twitter

Info e contatti – Sabrina Cesarone comunicazione@irecoop.it
Immagine in copertina – ANG